Cosa sono gli eSports?

Il fenomeno che analizzeremo in questo articolo è quello degli eSports. La definizione base è quella di “competizioni di videogiochi a livello professionistico”. I campionati di eSports sono tantissimi nel mondo e coprono tutti i field del mondo del videogame. Addirittura, Tetris ha un suo campionato mondiale. Solitamente questi campionati hanno una struttura piramidale molto simile. All’inizio si realizza un evento locale dove gli iscritti possono mettersi alla prova e cercare di raggiungere i requisiti per passare al livello successivo.

Dal livello locale, si passa a quello provinciale e nazionale ma, al giorno d’oggi, alcuni di questi eSports prevedono una finalissima internazionale. I premi in palio sono molto corposi e spesso vengono sponsorizzati anche dalla federazione del campionato reale.

Per esempio, dal 2017 la Formula 1 sponsorizza il proprio evento eSport. Un campionato ad hoc per gli appassionati del videogioco di corse della F1 che, alla fine, vedrà sfidarsi i migliori 22 piloti più forti nella location dell’ultimo GP della stagione. Anche FIFA ovviamente presenta il suo stesso campionato virtuale. Il gioco di calcio più famoso del mondo vanta legami ufficiali con i club più famosi del mondo oltre ad una vera e propria coppa del mondo cui partecipano ogni anno milioni di giocatori. Il modo per accedere alle fasi finali è quello di partecipare alla Weekend League.

La migliore selezione di scommesse esports

BOOKIE DETTAGLI LoL CS:GO OVERWATCH SCOMMETTI
888sport
  • Live Betting
  • Mobile & Tablet App
  • Speciali Offerte
Yes
no
no
visita il sito
recencione completa
William Hill
  • Live Streaming
  • Cash Out
  • Assistenza 24h
Yes
yes
Yes
visita il sito
recencione completa
Planetwin365
  • Scommesse virtuali
  • Live betting
  • Last Minute bets
yes
no
no
visita il sito
recencione completa
*Si applicano termini e condizioni, detagli sul sito dell'operatore

È possibile scommettere sui videogiochi?

In qualsiasi momento della storia dell’umanità, quando una serie di persone si sono ritrovate ad assistere ad uno stesso evento, sempre hanno cercato di scommetterci sopra. Ci sarà sempre lo spettatore che tirerà fuori il bigliettone ed esclamerà: “io punto €100 sulla vittoria di x!”. Con la crescita del mondo delle scommesse, non è più bastata la cosiddetta “cassa” per raccogliere i soldi. Vi è, infatti, un membro super partes designato per tenere l’intero importo da assegnare, poi, al vincitore. Ora i bookmaker e gli sportbook raccolgono idee, scommesse e offrono quote ai loro giocatori.

Le linee sulle scommesse sportive online sono apparse, per la prima volta, nel 2010 in America. William Hill, infatti, è stato il primo che, negli States, ha permesso di eseguire scommesse legali sugli sport online e su di un torneo di League of Legends. Lo stato del Nevada, poi, ha dato sempre più legittimità alle scommesse sugli eSports a tal punto da legalizzare tale processo nel 2017. La strada per il successo degli eSports betting sembra segnato. Da questo momento moltissimi bookmaker presenteranno le proprie quote e i propri bonus per gli scommettitori di questo tipo.

Non c’è tempo migliore come quello in cui viviamo per le scommesse sugli eSports. Che tu sia, infatti, già uno scommettitore di sport o di eSports, non esiste modo più semplice di quello di cui stiamo trattando per guadagnare un bel pò di denaro facile e dare ancor di più un tocco eccitante al gioco.

Il metodo di scommessa eSports più diffuso: il moneyline

Senza dubbio alcuno, la versione più standard delle scommesse su esports è la scommessa moneyline. Una scommessa moneyline prevede semplicemente che si scommetta sulla vittoria o la sconfitta di una squadra o di un singolo giocatore tra due o più team. Difficilmente, poi, due squadre avranno la stessa quotazione di scommessa per cui la squadra favorita avrà una quota più bassa rispetto alla squadra data per sfavorita.

Il divario fra due squadre o giocatori segna la grande differenza di quota che troviamo nelle liste del bookmaker di turno. Se, per esempio, decidiamo di prendere in considerazione due team CSGO:

Astralis e Na’Vi, sappiamo che Na’Vi è un team molto forte nel mondo CSGO ma che Astralis è, attualmente, il team numero 1. In questo caso potremmo trovare due quote:

CSGO: Australis vs NaVi
  • Astralis a -300
  • Na’Vi a +240

Quando troviamo davanti ad un numero moneyline il segno “-” questo indica quanto bisognerebbe puntare per ottenere una vincita ipotetica di 100$. Di conseguenza, se si puntano 300$ su Astralis vincente, la possibile vincita è di 400$ con un ricavato, quindi, di 100$. Ovviamente, non siamo obbligati a puntare 100$ ma possiamo puntare la somma che desideriamo. Se decidiamo di puntare, ad esempio, 15$ su Astralis e questa squadra vince la vittoria sarà proporzionale alla quota e corrisponderà a 5$ mentre se per assurdo puntassimo 900$ il ricavato della vincita sarebbe di 300$ oltre ai 900$ puntati chiaramente.

Dall’altra parte troviamo, però, l’altra squadra con quota con segno “+”. Se, infatti, decidiamo di puntare su Na’Vi vincente la quota +240 indica quanto si potrebbe guadagnare puntando 100$ su quella squadra. Mi spiego meglio, se punto 100$ su Na’Vi vincente e la squadra riesce a conquistare la vittoria, la mia vincita corrisponderebbe a 240$. Possiamo dire che è tutto molto simile alle quote dei normali bookmaker nel momento in cui leggiamo 1.80 su una quota. Quel valore indica quanto potrei vincere puntando €1, ossia €1,80. Se punto, invece, 50$ su Na’Vi vincente, la mia vincita è di 120$.

Perché il moneyline è il metodo di scommessa eSports più diffuso

Come in qualsiasi scommessa sportiva, anche negli eSports può avvenire che ci siano enormi discrepanze tra la squadra favorita e la squadra data per perdente. Un match tra due squadre della saga del gioco NBA 2K tra Mavs Gaming e Wizard District Gaming prevedeva due quote troppo vicine come esiti. Le due squadre avevano infatti una quota di -120 la vincente e +120 la perdente. In questo caso la probabilità di vincere 120$ puntandone 100 è assolutamente uguale nelle due quote.

Le scommesse moneyline sono alla base di tutte le scommesse eSports. Sono attualmente i sistemi più chiari ed immediati da utilizzare oltre che i più largamente diffusi. In sintesi, estrema, il moneyline richiede allo scommettitore di indovinare il club o il giocatore vincente.

Diverse tipologie di eventi (e di scommesse) eSports: campionato e torneo

La maggior parte degli eventi eSports head to head è divisa in due tipologie: campionato o torneo. Questi eventi virtuali funzionano come quelli reali con regole molto simili se non uguali, e, di conseguenza, con regole di betting eguali a quelle fatte su eventi materiali.

Un campionato è composto da un certo numero di squadre che si scontrano una contro l’altra. Nella maggior parte dei casi, le migliori squadre delle leghe giocano, poi, i play-off. La squadra che vince i play-off viene riconosciuta come “squadra campione” ed ottiene un bonus virtuale o in denaro nella maggior parte dei casi.

Betfair

Cosa rende Betfair uno dei migliori bookmaker sul mercato?

  • Live Streaming
  • Mobile & Tablet App
  • Live Betting
  • Esperienza Utente
adm
Agenzia Doganale Monopoli
Unibet

Come funziona Unibet rispetto ad altri bookmaker? Vediamo

  • Live Streaming
  • Mobile & Tablet App
  • Live Betting
  • Esperienza Utente
EGBA
Agenzia Doganale Monopoli

I tornei, poi, non hanno lo stesso format del campionato anche se il loro incipit è molto simile. Vi è un numero vario di giocatori a seconda del torneo che giocano uno contro l’altro ad eliminazione fino alla finalissima. Il montepremi viene diviso solitamente tra le prime tre o le prime cinque classificate e, molto spesso, questo premio supera anche il milione di euro/dollari.

Indipendente dal fatto che si svolga una partita di campionato o un match di un torneo, il video-scommettitore non può rimanerne estraneo. Solitamente si ha la possibilità di scommettere su qualsiasi partita in programma. Ma cosa succede se si vuole scommettere su chi vincerà l’intero campionato o l’intero torneo?

Ed ecco che entrano in gioco i “future betting” ossia le “scommesse sul futuro”. Tali tipologie di scommesse sugli eSports elencano le probabilità di vittoria di ogni squadra presente nel torneo o nel campionato. Queste quote cambieranno drasticamente dopo le prime partite in quanto alcuni club verranno eliminati mentre altri verranno tagliati fuori dalla corsa per il titolo. Prima riesci a bloccare una quota e meglio è.

Ad esempio, nel torneo annuale Dota 2 che presenta uno dei montepremi più ricco del mondo degli eSports, vi erano due team tra i favoriti: Team Liquid e Virtus Pro. Entrambe le squadre erano quotate come quasi vincenti a +300 (come sempre, scommetti 100$ per vincere 300$). Tutte le quote sono state segnalate fino ad Invictus Gaming quotato addirittura a +6500.

Tuttavia, non è detto che si possa scommettere solo su chi vince il torneo. Si può scommettere anche, per esempio, sulla squadra che compirà un maggior numero di uccisioni, il giocatore singolo con più single kills, la squadra con la media di uccisioni più alta. Le scommesse sui futures offrono, infatti, una serie di quote più alte dei moneylines anche se sono più difficili da indovinare.

Uno dei giochi più famosi: League of Legends

League of Legends Championship Series

League of Legends è la piattaforma più utilizzata dai videogiocatori e uno dei giochi con più player al mondo. Il montepremi nelle ultime edizioni ha sfiorato i 30 milioni di dollari e coinvolto più di 4000 giocatori in 1000 tornei.

Il primo torneo si è tenuto in Svezia nel 2011 con un montepremi di “appena” €100.000. Il team Fnatic ha vinto la competizione battendo anche altre squadre europee oltre che americane ed asiatiche. 1,6 milione di spettatori sono rimasti ad assistere all’evento con quasi 250.000 persone collegate solo per la semifinale.

La League of Legends Championship Series è la più grande community di LOL al mondo con 10 squadre proveniente dal Nord America pronte a sfidarsi in due sessioni: una primaverile ed una estiva. La vincitrice poi si qualifica per il successivo campionato del mondo cui partecipano le migliori squadre del pianeta.

League of Legends è un gioco dal successo pressoché immediato nel mondo anche del following televisivo con circa 300.000 regolari spettatori ad ogni match e copertura mediatica su ogni social da Facebook a YouTube.

I migliori siti dove eseguire scommesse su eSports

I migliori siti web dove è possibile scommettere sugli eSports sono: BetWay eSports, Arcane Bet, Rivalry e Betspawn. Questi siti offrono vari aggiornamenti e bonus di benvenuto. Per esempio, Betway permette di ricevere €30 di bonus se si scommettono €10 alla prima puntata. Il fattore bonus è un elemento cruciale nel mondo del betting eSports.

Il bonus offerto da un bookmaker è il metodo più utilizzato per attirare i clienti. In media, infatti, un bookmaker di eSports permette ai suoi giocatori di ottenere una vincita compresa tra i 100$ e i 1000$ ossia cifre che rendono interessante questa piattaforma per molti appassionati. È possibile poi usufruire delle offerte di vari bookmaker e poter, così innalzare ancor di più la vincita grazie ai bonus dei siti di eSports.

Un altro elemento fondamentale nel mondo degli eSports è la scommessa in diretta o da mobile. Non tutti i bookmaker lo permettono anche perché questa frontiera è un territorio tutto nuovo da esplorare e da colonizzare. Dovunque si trovi, il giocatore può scommettere sulla squadra, sul team o sul singolo giocatore che preferisce.

Questo è un requisito fondamentale che ogni bookmaker dovrebbe permettere di soddisfare. La legge, tuttavia, tenderebbe a limitare la versione mobile di questi bookmaker anche se, alcuni, in via del tutto legale hanno ottenuto a grandi spese la licenza per operare anche in diretta live e da ogni dispositivo. Tuttavia, proprio per questa difficoltà di diffusione, le quote del mobile potrebbero essere leggermente diverse da quelle del fisso.

Le Olimpiadi di eSports: utopia o prossima realtà?

Nel 2024, in concomitanza con le Olimpiadi in Francia, avremo la possibilità di assistere alle Olimpiadi dei videogiochi. L’affluenza potrebbe contare circa 145.000.000 di appassionati di eSports da tutto il mondo e di ogni disciplina. Gli eSports, come afferma un articolo del Washington Post, sono il futuro di molti giovani giocatori online che non vedono l’ora di dimostrare il proprio valore a livello globale.

Tuttavia, non è così semplice. Per diventare disciplina sportiva, gli eSports devono avere una solida base governativa con un’agenzia e una federazione. Inoltre, ancora molti sono gli scettici circa la creazione di un vero e proprio medagliere per questa disciplina. I poli governativi sono interessati, tuttavia, alla prossima organizzazione delle Olimpiadi di Tokyo ma, chissà, nei quattro anni successivi potremmo vederne delle belle.